Un gioco creato ma impossibile da praticare.
Un esempio di sublimazione di un ossimoro: fragile durezza o dura fragilità.
Un concetto particolarmente concreto se non tangibile, che gioca sull’immediatezza di esso riflettendo sull’aspetto ludico e di mimesi.

La riproduzione concreta, che pone il fruitore di fronte alla possibilità di giocare una sola volta oppure rinunciare a farlo conservando la materialità dell’opera, richiama alla mente un argomento: “consumazione o conservazione”, sul quale hanno operato artisti del calibro di Piero Manzoni alla ricerca di un’arte che nutrisse ed avesse conseguenza sui sensi..

Anno: 2007  /  Materiali: uova di gallina, acrilico, attrezzi da biliardo.